Contenuto principale

Messaggio di avviso

VIconferenza SanitàComunitàLocali

“UN VADEMECUM PER I MALATI CRONICI”

Torino, 7 ottobre 2021, Sala Conferenze Federfarma Via Galliari 10a Torino

La pandemia ha avuto effetti particolarmente rilevanti sulle politiche della cronicità: in positivo ha messo in evidenza la centralità, fino ad allora ampiamente trascurata, dei servizi territoriali; in negativo ha praticamente bloccato (o quantomeno sensibilmente ostacolato) i processi di attuazione dei piani nazionali e regionali della cronicità.

Cittadinanzattiva – dopo avere costituito già nel 1996 un Coordinamento nazionale delle associazioni dei malati cronici e avere promosso la formazione di analoghi coordinamenti in varie regioni, fra cui il Piemonte - è ripetutamente intervenuta perché i servizi sanitari si dotassero di politiche adeguate. A partire da queste esperienze ha contribuito alla formazione del Piano nazionale delle cronicità nel 2016, sollecitandone l’adozione e intervenendo perché fossero previste forme innovative di governance in grado di favorire la partecipazione civica e la valorizzazione delle risorse delle comunità locali. Questo impegno ha avuto un riscontro anche nel “Patto per la salute 1919- 21” che, alla Scheda 14 “Strumenti di accesso partecipato e personalizzato del cittadino ai servizi sanitari”, fa esplicito riferimento all’importanza di un coinvolgimento qualificato dei cittadini.

In Piemonte, a partire dal 2014, in collaborazione con la Scuola di Igiene e medicina preventiva dell’Università di Torino, sono state organizzate cinque Conferenze, ampiamente partecipate, sul tema “Sanità e comunità locali”. Le conferenze sono sempre state un significativo luogo di confronto fra i diversi attori del sistema: assessorato regionale, aziende sanitarie, professionisti medici, infermieri e farmacisti, esponenti degli enti locali, associazioni dei malati cronici e, naturalmente, la cittadinanza attiva. Un’attenzione particolare, a partire dal 2018, è stata destinata alla sperimentazione, realizzata con successo, delle Comunità di pratica per la redazione e per l’avvio del Piano regionale delle cronicità.

Nel 2020, in collaborazione con il contributo di un gruppo di lavoro interdisciplinare composto da esponenti civici, ricercatori ed esperti e della sede nazionale, su richiesta del gruppo di lavoro diretto dal prof. Fazio, è stata presentata una raccomandazione su “La partecipazione civica per il governo e le politiche della salute in Piemonte dopo il Covid 19” che proponeva fra l’altro il rilancio delle Comunità di pratica. La raccomandazione è stata accolta con favore dalla Commissione sanità del Consiglio regionale.

Questi percorso ha messo in evidenza le numerose carenze esistenti nell’ambito delle politiche per le cronicità ma anche che l’accesso ai servizi e ai percorsi già esistenti è ostacolato dalla scarsa o nulla informazione in proposito dei cittadini (e anche di vari professionisti). Le segnalazioni che pervengono al Tribunale per i diritti del malato confermano una situazione diffusa di disorientamento che spesso si traduce nella incapacità di richiedere e attivare i percorsi già esistenti.

A partire da questa considerazione Cittadinanzattiva del Piemonte con il proprio Coordinamento delle associazioni dei malati cronici, si è impegnata a proporre di un “vademecum” che favorisca una corretta ed efficace informazione ai cittadini e possa accompagnare lo sviluppo dei servizi territoriali previsto dagli atti regionali e dal PNRR, verificando anche la loro attuazione.

Il vademecum sarà articolato, in linea di massima, in tre parti:

la prima sarà volta a illustrare la realtà della cronicità e il nuovo approccio programmatico al tema previsto dai documenti nazionali e regionali,

la seconda riguarderà la rappresentazione della situazione in atto,

la terza alla definizione puntuale delle aspettative dei cittadini e al ruolo della partecipazione civica. Per facilitare una efficace diffusione sarà utilizzato un linguaggio accessibile ai cittadini stessi, accompagnato da un glossario.

Il vademecum, dopo un confronto con l’assessorato e con le aziende sanitarie, sarà proposto al pubblico e ai professionisti con la sesta edizione della Conferenza “Sanità e comunità locali”.

Programma dei lavori

Moderatori:

Alessio Terzi, past president di Cittadinanzattiva
Giulio Fornero, vicepresidente Cipes

  • 9,30 – 10,00 Apertura dei lavori e Saluti
    - Alessandro Stecco, presidente quarta commissione Consiglio regionale
    - Massimo Mana, presidente regionale Federfarma
  • 10,00 - 10,30 Introduzione
    - Mara Scagni, segretario regionale Cittadinanzattiva

    Discussant
  • - 10,30 – 11,10
    Per le istituzioni:
    - Franco Ripa, vicedirettore assessorato regionale;
    - Flavio Boraso presidente Federsanità;
    - Carlo Romano Direttivo Card;
    - Elide Tisi, vicepresidente ANCI Piemonte.
  • - 11,10 –11,40
    Per le professioni:
    - Riccardo Falcetta, consigliere OMCEO;
    - Massimiliano Sciretti, presidente OPI;
    - Mario Giaccone, presidente Ordine Farmacisti.
  • - 11,40 – 12,10
    Per le associazioni:
    - Ugo Viora, coordinamento regionale delle associazioni dei malati cronici di Cittadinanzattiva;
    - Ezio Labaguer, presidente FAND Piemonte;
    - Francesco Ieva, Consulta per le malattie neuro muscolari del Piemonte.
  • - 12,10 – 12,30 Interventi del pubblico
  • - 12,30 Conclusioni
    Luigi Genesio Icardi, assessore regionale alla Sanità
    Antonio Gaudioso, presidente nazionale di Cittadinanzattiva