Contenuto principale

Messaggio di avviso

CareGiver

Tutti riconoscono che senza i care giver familiari sarebbe impossibile garantire ai malati cronici e/o non autosufficienti una assistenza adeguata alle necessità. Ciononostante chi si prende cura di un familiare malato disabile spesso è lasciato solo dalle istituzioni ma anche dalla comunità. Numerose ricerche attestano che questa solitudine ingenera un dilagante stato di debolezza e può compromettere, anche gravemente. la salute stessa dei care giver.

Il problema investe in modo rilevante 8,5 milioni di famiglia in tutta Italia e in molte realtà locali la cittadinanza si è mobilitata per porre rimedio a questa situazione. Cittadinanzattiva del Piemonte e CIPES Piemonte hanno deciso di portare un proprio contributo con la costruzione, a Nichelino e Vinovo, di una rete civica di sostegno ai care giver e con l’apertura di centri permanenti di riferimento e di aiuto in entrambi i comuni. Il progetto “FACCIAMOCI RICONOSCERE! “è stato finanziato con i fondi della coesione sociale ed ha incontrato l’adesione convinta delle due amministrazioni comunali, della ASL TO5 e del CISA 12 e di altre associazioni. (scarica la scheda illustrativa)

Gli obiettivi del progetto, iniziato nel mese di aprile sono:

  1. la diffusione di una cultura capace di riconoscere il valore generale e sociale dell’opera dei caregiver
  2. La costruzione di una rete di sostegno, in collaborazione con i comuni, i professionisti, i servizi sociali, i servizi sanitari, il volontariato e la cittadinanza attiva.
  3. L’insediamento, in entrambi i comuni di un centro di riferimento per lo sviluppo del protagonismo dei caregiver, sostenuto dalla cittadinanza attiva e dal volontariato.
  4. La produzione di una mappa dei servizi della comunità.

Per conoscere in dettaglio lo stato di avanzamento del progetto scarica la presentazione.

In sintesi si possono ricordare i Care giver day realizzati a Vinovo il 19 giugno e a Nichelino il 18 settembre con una ampia partecipazione delle istituzioni e una buona presenza di pubblico.

In entrambi i comuni sono stati insediati i rispettivi gruppi di volontari che animeranno i centri di riferimento permanente previsti dal progetto. La formazione dei volontari è in corso ed è centrata sulla costruzione della mappa dei servizi e sulle forme di animazione utili per favorire l’uscita dall’isolamento dei care giver.

Sono iniziati gli incontri con i care giver che hanno permesso di individuare i problemi più ricorrenti a cui i servizi dovrebbero dare risposta. Nel mese di febbraio si svolgeranno gli incontri con il consorzio socioassistenziale e con il distretto sanitario per costruire la mappa dei servizi e dare le risposte a tali problemi. Nei mesi di marzo e aprile saranno aperti, in via sperimentale gli sportelli dei centri di riferimento e si svolgeranno incontri tematici con i care giver. La rete di sostegno sarà presentata al pubblico alla fine di aprile, insieme all’accordo di funzionamento stipulato con i servizi e con le istituzioni.

Files:
Data 2022-03-28
Dimensioni del File 141.7 KB

Data 2022-03-28
Dimensioni del File 5.09 MB

campagna cura di coppia

sanita 2015 2 17

Cittadinanzattiva-Tribunale per i diritti del malato lancia #Yeslogo, un concorso internazionale, promosso con i professionisti del SSN in occasione del quarantennale.

Cittadinanzattiva-Tribunale per i Diritti del Malato, insieme alle oltre 100 associazioni aderenti al Coordinamento nazionale delle Associazioni dei malati cronici lancia dopo mesi di preparazione #YeSLogo, un’iniziativa per donare al SSN non solo una sua immagine, attraverso un logo costruito dal basso, attraverso la partecipazione di cittadini, professionisti della salute e della creatività, ma anche una consapevolezza diffusa dell’importanza della cura di questo bene comune e del ruolo che tutti noi possiamo avere per difenderlo e valorizzarlo.

Il progetto, già presentato nel 2016 a Ministero della Salute, Istituto Superiore di Sanità, Coordinamento salute della Conferenza delle Regioni, prende il via contando già sul patrocinio e il coinvolgimento attivo del mondo professionale attraverso la Federazione nazionale degli ordini dei medici chirurghi e odontoiatri (FnOMCEO), la Federazione nazionale collegi infermieri (IPASVI) e la Federazione nazionale degli ordini dei farmacisti (FOFI).