Contenuto principale

Messaggio di avviso

2021 09 16 ProgettoOra

Giovedì 16 settembre 2021 le studentesse e gli studenti dell’Open Road Alliance,hanno consegnato a Roma, al Ministro Enrico Giovannini il primo Manifesto della mobilità sostenibile della scuola italiana. Dieci delegazioni di altrettante scuole superiori, da Torino fino a Palermo, sono state i portavoce dei 1.863 giovanissimi e 140 docenti che hanno partecipato al Progetto O.R.A. - Open Road Alliance promosso da Cittadinanzattiva e Fondazione Unipolis.

Il Manifesto, è frutto di un percorso formativo e laboratoriale iniziato nel 2019 nelle aree metropolitane del nostro Paese a partire dall’analisi dello stato della mobilità nella sua dimensione sociale, economica, ambientale e della sicurezza. Per il Piemonte ha partecipato il liceo artistico Renato Cottini di Torino.

Attraverso differenti forme e linguaggi e per promuovere un vero cambiamento il Manifesto raccoglie le istanze, le proposte e le richieste dei giovani in tema di mobilità. A Roma hanno avuto l’occasione di essere ascoltati dalle Istituzioni nazionali, prima che il Manifesto approdi nelle 14 città dove sarà presentato pubblicamente coinvolgendo l’intera comunità a partire dagli Amministratori locali.

Nella prima parte della mattinata, Tullio Berlenghi, esperto Uffici di diretta collaborazione del Ministero della Transizione Ecologica, e Alessandro Dini, vice coordinatore del Comitato Tecnico-Scientifico per il progetto Rigenerazione scuola del Ministero dell’Istruzione, insieme a Federica Biassoni, co-direttrice dell’Unità di Ricerca in Psicologia del Traffico dell’Università Cattolica del Sacro Cuore, hanno affrontato il tema della transizione ecologica e culturale nelle scuole e ragionato sull’importanza della valutazione d’impatto nei progetti scolastici a partire dal caso del Progetto O.R.A.

Nella seconda parte Pierluigi Stefanini, Presidente del Gruppo Unipol e di Fondazione Unipolis, Anna Lisa Mandorino, Segretaria Generale di Cittadinanzattiva, ed Enrico Giovannini, Ministro delle infrastrutture e della mobilità sostenibili, hanno dialogato con i giovani presenti e premiato gli elaborati creativi più votati che hanno contribuito alla realizzazione della parte multimediale del Manifesto.

Ha arricchito l’evento la partecipazione di Arianna Fontana, campionessa Olimpica e Mondiale di short track, portabandiera alle Olimpiadi di Pyeongchang e atleta del Team Young Italy UnipolSai, testimone di come sia possibile ottenere grandi successi lottando per i propri ideali, in un progetto, in un’idea.

L’evento è stato trasmesso in streaming giovedì 16 settembre  sui canali del Progetto O.R.A, di Cittadinanzattiva, Fondazione Unipolis e sicurstrada. E' possibile rivedere la diretta su Facebook.

Il Progetto O.R.A. è tra le Mobility Actions dell'European Mobility Week 2021.

Info e materiali su Progetto O.R.A.

2021 12 03 CittadinanzattivaRegionePiemonteETS

Cittadinanzattiva, ha intrapreso nel 2017 esso si un percorso di ricerca rivolto ad individuare gli elementi che possono dare valore ed efficacia alla partecipazione civica promossa o accettata dalle istituzioni sanitarie, troppo spesso ridotte ad adempimento formale.

A livello nazionale è stata realizzata una consultazione sulle forme efficaci di partecipazione che ha raccolto decine di esperienze e il contributo di cento esperti selezionati fra i protagonisti delle scelte stesse (ricercatori delle università, di Agenas e dell’ISS, dirigenti nazionali, regionali e locali delle istituzioni sanitarie). Questo lavoro ha prodotto una matrice che aiuta a individuare i rischi delle pratiche partecipative e gli elementi di qualità per superarli (Matrice per la qualità delle pratiche partecipative in sanità). La sperimentazione piemontese è stata avviata nel 2019 con l’obiettivo di utilizzare la matrice stessa per costruire indicatori utili per la progettazione e l’attivazione di percorsi efficaci di coinvolgimento della cittadinanza attiva e delle comunità locali È stato fatto un primo censimento di pratiche partecipative che ha permesso di individuare un ampio target di interlocutori e di selezionare un gruppo di lavoro più ristretto che, insieme alla segreteria regionale di Cittadinanzattiva ha elaborato il documento finale.

.Nel corso dei lavori il Prof. Ferruccio Fazio, coordinatore del gruppo di lavoro, incaricato di formulare una proposta di adeguamento dei servizi sanitari del territorio per il superamento delle criticità evidenziate dall’emergenza COVID 19, ha chiesto a Cittadinanzattiva di proporre uno strumento di rappresentazione del punto di vista dei cittadini.

Per rispondere positivamente a questa richiesta il documento finale ha assunto la forma di una raccomandazione su “La partecipazione civica per il governo e le politiche della salute in Piemonte dopo il Covid 19”che proponeva fra l’altro il rilancio delle Comunità di pratica.

La raccomandazione è stata presentata al pubblico con un evento on line il primo luglio è stata poi oggetto di una audizione con la Commissione sanità del Consiglio regionale il 2 novembre dove è stata accolta con favore.

Scarica la raccomandazione e la sintesi del Verbale della commissione regionale.

asti io equivalgo

Ha fatto tappa ad Asti sabato 16 luglio, in piazza San Secondo il villaggio di “Ioequivalgo”, la campagna di informazione sui farmaci equivalenti promossa da Cittadinanzattiva-Tribunale per i diritti del malato, con il sostegno non condizionato di Assogenerici.

Presenti, oltre ai referenti locali e nazionali di Cittadinanzattiva, anche medici di famiglia, farmacisti ed infermieri che hanno fornito ai cittadini consigli, raccomandazioni ed indicazioni pratiche.

Momenti di intrattenimento per i bambini e le famiglie hanno reso il clima giocoso: un po' una festa, un incontro utile fra cittadini ed operatori della Sanità hanno potuto fra l'altro scambiarsi opinioni.

Ricordiamo che è disponibile la app “ioequiovalgo” in ambiente IOS e Android, realizzata in collaborazione con Farmadati, attraverso la quale è possibile avere informazioni sempre aggiornate sul costo del farmaco “di marca” e del relativo equivalente quando disponibile. Questo vale sia per i farmaci erogati gratuitamente dal SSN (fascia A), sia per quelli che sono interamente pagati dai cittadini (fascia C).